Cerca sul sito

In quanto fumatori di sigari o di tabacco da pipa, spesso ci sentiamo un pò sollevati su quelle che possono essere le ripercussioni sulla salute, rispetto ai fumatori di sigarette…

Niente di più FALSO !

Infatti, sebbene sia i sigari sia le sigarette siano composti principalmente da tabacco, ci sono notevoli differenze: 

  • I sigari sono molto più grandi e sono rivestiti con tabacco mentre le sigarette da carte speciali.
  •  Inoltre le sigarette contengono una miscela di diverse tipologie di tabacco non fermentato, mentre i i sigari sono composti quasi sempre da un unico tipo di tabacco fermentato.

 

sigari rischi alla salute

Questo tipo di fermentazione, dalla durata variabile a seconda del sigaro, che viene fatta principalmente per esaltare l’aroma del tabacco, ha dei risvolti negativi:

  • Una più alta concentrazione di sostanze cancerogene: durante il processo di fermentazione del tabacco per sigari, vengono prodotte alte concentrazioni di nitrosammine, molecole potenzialmente cancerogene. Questi composti vengono rilasciati durante la combustione e sono presenti in quantità maggiore nel fumo da sigaro che da sigaretta; 
  • una più alta quantità di catrame: per ogni grammo di tabacco fumato, c’è più quantità di catrame nei sigari che nelle sigarette; 
  • un più alto livello di tossine: il rivestimento dei sigari (tipicamente foglie di tabacco) è meno poroso di quello delle sigarette. Ciò fa sì che la combustione del tabacco dei sigari avvenga in maniera meno completa di quella delle sigarette. Come risultato, il fumo da sigaro ha più alte concentrazioni di tossine; 
  • inoltre, le maggiori dimensioni del sigaro e la più lunga durata della fumata comportano generalmente una più alta esposizione a sostanze tossiche.

A ridurre la dannosità del sigaro c’è il fatto che la maggior parte dei fumatori di sigari NON inala il fumo. Non inalare il fumo del sigaro riduce alcuni dei rischi legati al fumo, in particolare porta ad un minor rischio di tumori e malattie cardiache e polmonari rispetto alle sigarette. 

Tuttavia labbra, bocca, lingua, gola e laringe vengono esposti al fumo del sigaro e alle sue componenti cancerogene come d’altronde quando la saliva viene inghiottita anche l’apparato digerente è esposto alle sostanze cancerogene. 

Ma allora quanto è più alto il richio rispetto ai NON fumatori?

Ce lo dice  uno studio appena pubblicato su Jama Internal Medicine commissionato dal Food and Drug Administration’s Center for Tobacco Products (Usa).

Negli Stati Uniti tra il 2000 e il 2015 il consumo di sigarette si è ridotto del 38,7%, mentre il consumo di altri prodotti a base di tabacco è aumentato del 117%. Il contributo principale lo hanno dato i sigari la cui diffusione è aumentata dell’85,2% ma soprattutto la pipa che sta vivendo un periodo d’oro con un aumento del 556,4%

 

I ricercatori hanno monitorato la salute di  oltre 357mila adulti tra il 1985 e il 2011. Tra loro c’erano non fumatori e fumatori, in forma esclusiva, di sigarette, di pipa o di sigari. 

Concluso il periodo di osservazione, non ci sono dubbi. Il rischio di mortalità, per forme di cancro associate al tabacco (vescica, esofago, laringe, polmoni, bocca), rispetto a un NON fumatore, aumentano:

 

  • Di 4 volte per i fumatori di sigarette;
  • Di 1,61 volte per i fumatori di sigari;
  • Di 1,58 volte per i fumatori di tabacco da pipa.

Dallo studio emerge che anche il consumo saltuario di tobacco aumenta il rischio di sviluppare il cancro. 

 

«Sapevamo – ha commentato Carol Christensen del Food and Drug Administration’s Center for Tobacco Products – che i consumatori esclusivi di sigari erano più esposti al rischio di ammalarsi di alcune patologie rispetto a chi non fa uso di tabacco. Ma questo studio fornisce informazioni utili che rispecchiano il modello attuale di consumo del tabacco». 

Libro per smettere di Fumare

Insomma, non c’è altro da fare se non smettere di fumare. Del tutto. Facendolo infatti, ed è la buona notizia dello studio, il rischio di morte prematura diminuisce.

Se ti sei deciso di smettere di fumare, ti consigliamo anche questo libro, che con un interessante gioco psicologico, si è dimostrato molto efficace per molti lettori.

Qui sotto puoi trovare una breve introduzione al libro da parte dell’autore Allen Carr:

Questo libro è la chiave che vi permetterà di uscire dalla prigione del fumo con facilità. Il metodo Easyway (letteralmente modo facile) non si basa su inutili tattiche intimidatorie, non fa appello alla forza di volontà né porta ad ingrassare, ma, capitolo dopo capitolo, dimostra come sia il fumatore accanito sia quello occasionale possano, serenamente, liberarsi dalla schiavitù della nicotina per sempre. Tutto quel che occorre per diventare felici non fumatori è solo il tempo di leggere queste pagine, come testimoniano i milioni di persone che l’hanno già letto, perché – nonostante sembri impossibile – smettere di fumare è facile, se sai come farlo.

Se vuoi acquistarlo adesso, clicca sul pulsante che trovi qui sotto o sull’immagine per acquistarlo direttamente su Amazon.

Conclusioni

In conclusione, vi diciamo che fumare, come sappiamo tutti è un vizio… e qualche vizio nella vita possiamo concedercelo. L’importante è farlo nella maniera corretta, sapendo quello che si sta facendo e senza mai esagerare.

Quindi Fumate il Giusto, ma soprattutto, fumate bene!

Autore

1 pensiero su “Sigari rischi salute

  1. Sono perfettamente d’accordo, ci si può concedere un piacere, a patto di non esagerare, come per tutte le cose della vita. In medio stat virtus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *